Si nota che è vecchiotto? Lo avevo già letto ai tempi dell’università e stanotte ho voluto rispolverarlo… Di certi libri non ti puoi dimenticare, hanno scalfito alcune ore della vita, hanno accompagnato momenti significativi, hanno lasciato una traccia indelebile nella coscienza. E poi più sono andati e più gradisco, più guerre hanno combattuto più valore hanno guadagnato.
Riporto il brano ( un pezzo che adoro ) in cui il padrino mafioso Mariano esprime il suo rispetto per il protagonista di questa magnifica opera di Sciascia, il capitano Bellodi: ⤵️ 📖
«Io ho una certa pratica del mondo; e quella che diciamo l’umanità, e ci riempiamo la bocca a dire umanità, bella parola piena di vento, la divido in cinque categorie: gli uomini, i mezz’uomini, gli ominicchi, i (con rispetto parlando) piglia* e i quaquaraquà. Pochissimi gli uomini; i mezz’uomini pochi, ché mi contenterei l’umanità si fermasse ai mezz’uomini. E invece no, scende ancor più giù, agli ominicchi: che sono come i bambini che si credono grandi, scimmie che fanno le stesse mosse dei grandi. E ancora più giù: i piglia*, che vanno diventando un esercito. E infine i quaquaraquà: che dovrebbero vivere come le anatre nelle pozzanghere, ché la loro vita non ha più senso e più espressione di quella delle anatre. Lei, anche se mi inchioderà su queste carte come un Cristo, lei è un uomo».

E voi lo avete letto? Se vi va, condividete il vostro parere. È ben accetto! Per chi non lo avesse letto lascio invece il link per poterlo acquistare.

Leonardo Sciascia

Il giorno della civetta

https://amzn.to/2NQojkv