Sylvia Plath

E allora impara a vivere.

Tagliati una bella porzione di torta con le posate d’argento.

Impara come fanno le foglie a crescere sugli alberi.

Apri gli occhi.

Impara come fa la luna a tramontare nel gelo della notte prima di Natale.

Apri le narici.

Annusa la neve.

Lascia che la vita accada.

https://amzn.to/2Ske0a6

Da " Selvaggia Saudade "

๐ด๐‘™๐‘™’๐‘–๐‘š๐‘๐‘Ÿ๐‘ข๐‘›๐‘–๐‘Ÿ๐‘’ ๐‘š๐‘œ๐‘Ÿ๐‘š๐‘œ๐‘Ÿ๐‘Ž_
[ ๐‘ ๐‘Ž๐‘ข๐‘‘๐‘Ž๐‘‘๐‘’ ๐‘‘๐‘– ๐‘š๐‘Ž๐‘Ÿ๐‘’ ]
รจ ๐‘ก๐‘’๐‘š๐‘๐‘œ ๐‘‘๐‘– ๐‘Ÿ๐‘–๐‘ ๐‘๐‘Ž๐‘™๐‘‘๐‘Ž๐‘Ÿ๐‘’ ๐‘™’ ๐‘Ž๐‘š๐‘œ๐‘Ÿ๐‘’โ€ฆ

Copyright 2020′ Maria Petrungaro






Qui, Il suono dell’ ombra, per gli appassionati di parole…

Invincibile estate

Mia cara,
nel bel mezzo dellโ€™odio
ho scoperto che vi era in me
un invincibile amore.
Nel bel mezzo delle lacrime
ho scoperto che vi era in me
un invincibile sorriso.
Nel bel mezzo del caos
ho scoperto che vi era in me
unโ€™ invincibile tranquillitร .
Ho compreso, infine,
che nel bel mezzo dellโ€™inverno,
vi era in me
unโ€™ invincibile estate.
E che ciรฒ mi rende felice.
Perchรฉ afferma che non importa
quanto duramente il mondo
vada contro di me,
in me cโ€™รจ qualcosa di piรน forte,
qualcosa di migliore
che mi spinge subito indietro.

Canto primo


Inferno ( versi 1 – 9 ) ๐Ÿ“–


~ Nel mezzo del cammin di nostra vita
mi ritrovai per una selva oscura,
chรฉ la diritta via era smarrita.
Ahi quanto a dir qual era รจ cosa dura
esta selva selvaggia e aspra e forte
che nel pensier rinova la paura!
Tant’รจ amara che poco รจ piรน morte;
ma per trattar del ben ch’i’ vi trovai,
dirรฒ de l’altre cose ch’i’ v’ho scorte.


โฌ‡
To be continuedโ€ฆ