Le fatiche del vento, di Luigi Pirandello

Molto ha da fare il vento con le nuvole,
frivolo armento senza disciplina.
Piace al sole con pompa e con ossequio
d’essere accolto in cielo ogni mattina:
e fin dall’alba, ecco il vento in servizio
a preparargli una regal cortina.
Sul vespro, poi, nuovo apparato!
Gli uomini soglion tra loro chiamar pazzo il vento;
forse perché si pensa che non debbano
costar fatica alcuna, alcuno stento,
que’ suoi servigi; ma se gli si sbandano
le nubi e il sol se ne va via scontento?
Se ogni villano vuol acqua sul proprio
campicello, e lui, per firmamento,
gira e rigira non trova una nuvola,
quando poche sarebbero anche cento?

Annunci

Sorsi di vita

Odo bacco, 
letizie
e suon di gran festa,
una cantina in musica 
nella valle di una stagione in fermento.
Spezie di opere d’arte,
coppe magiche nei giardini dell’uva in fiore,
nell’aria tintinnii di calici freschi.
Svetta il sole sugli sguardi,
un meraviglioso bouquet di profumi
inonda finestre di mille colori.
Sorsi di vite,
di mille euforie,
brindisi a nuovi orizzonti,
un raggio di primavera perenne.

Sorsi di vita, di Maria Petrungaro

Gridare ai quattro venti

 

*Non avresti dovuto gridare ai quattro venti quanto fossi affranta per la sua assenza.

Cosa significa?

Detto di qualcosa che sarebbe meglio non divenisse di dominio pubblico. Spifferare, tradire una confidenza, rivelare un segreto, etc.

Curiosità I venti citati nel suddetto modo di dire sono il Maestrale, lo Scirocco, il Grecale e il Libeccio.

Si dice anche ” Strombazzare ai quattro venti ” oppure ” dire ai quattro venti ”.

Neologismi

Barbatrucco
Sinonimo di trucchetto, un barbatrucco è un rimedio ingegnoso, un astuto stratagemma pensato per risolvere un problema. ‘ Resta di stucco, è un barbatrucco ‘, una frase che i genitori di bimbi piccoli avranno sentito migliaia di volte. Un barbatrucco è un modo di dire che arriva dai fumetti francesi dei Barbapapà creati da Annette Tison e Talus Taylor
che poi negli anni 70′ si sono trasformati in cartoni animati, seguiti e amati dai più piccoli. Barbe à papà è lo zucchero filato, l’espressione richiama l’aspetto tondeggiante di questi simpatici personaggi, appunto i Barbapapà.

À bientôt

I giusti

I giusti di Jorge Luis Borges


E chi sono i giusti, chi è l’inconsapevole salvatore del mondo?

Un uomo che coltiva il suo giardino, come voleva Voltaire.
Chi è contento che sulla terra esista la musica.
Chi scopre con piacere un’etimologia.
Due impiegati che in un caffé del Sud giocano in silenzio agli scacchi.
Il ceramista che intuisce un colore e una forma.
Il tipografo che compone bene questa pagina che forse non gli piace.
Una donna e un uomo che leggono le terzine finali di un certo canto.
Chi accarezza un animale addormentato.
Chi giustifica o vuole giustificare un male che gli hanno fatto.
Chi è contento che sulla terra ci sia Stevenson.
Chi preferisce che abbiano ragione gli altri.
Tali persone, che si ignorano, stanno salvando il mondo.

Navigo verso te

Vivo immaginando la tua vita stretta alla mia.
Annego in questo oceano di delizie
affogando la mia paura di scivolare
nel terreno più umido e incolto.
Nuoto a più non posso
per raggiungere l’orizzonte,
lontano
e quasi irraggiungibile.
Sei tu che fai remare
queste mie braccia vigorose,
sei tu che mi spingi a navigare
in questo specchio immenso d’amore.
La mia angoscia affoga
nel fondo del bicchiere di questo eterno mare.
Ora non chiedo più nulla.
Nuoto a rilento,
diminuisco le mie infinite scalate,
vengo a te e andiamo incontro a noi,
nel mare più limpido
e calmo che abbiamo mai attraversato.

Navigo verso te

Maria Petrungaro Copyright©2011

jadorelemots

#poesia